25 Aprile: noi e i partigiani!

Antonio Banfo

COMMEMORAZIONE DEI PARTIGIANI ANTONIO BANFO E SALVATORE MELIS

Il giorno 10 aprile 2014, noi alunni della III D della scuola media “Croce-Morelli”
(plesso “Croce”) di Torino, abbiamo preso parte con il nostro docente di Lettere,
Prof. Torrecchia, alla commemorazione del partigiano Antonio Banfo (23 febbraio 1900 – 18 aprile 1945), svoltasi davanti alla sua lapide e a quella di suo genero, Salvatore Melis (4 marzo 1917 – 18 aprile 1945), in corso Novara n. 20/b.

Antonio Banfo lavorò nella FIAT “Grandi Motori”.
Nel 1929 divenne dirigente delle SAP (Squadre di Azione Patriottica).
Fino alla morte ebbe la Bibbia in mano.

Venne fucilato assieme al genero, ad una settimana dal 25 aprile 1945,
giorno della Liberazione dell’Italia dai nazifascisti.

Non dimenticheremo il sacrificio di questi e di tutti i partigiani,
la loro Fede in un futuro migliore.

Già l’anno scorso avevamo partecipato alla commemorazione, ma solo per ascoltare. Quest’anno invece abbiamo parlato pure noi, cominciando col presentare la storia dei due partigiani e poi recitando delle poesie di Salvatore Quasimodo, Primo Levi e Umberto Saba.

C’erano anche alcuni alunni della scuola elementare “Pestalozzi” ed era presente la figlia di Banfo, la signora Francesca.

È stata una mattina indimenticabile, ricca di emozioni, sia per noi compagni di classe che per gli altri spettatori.

 

I ragazzi della III Dfoto lapidi

 

 

il video della Commemorazione  clicca qui

 

 

la canzone ”  Se non ci ammazza i crucchi “

 

Se non ci ammazza i crucchi